U20 Centro Sedia Corno di Rosazzo – BOR ZKB 70:72 (24:18, 39:33, 51:43, 64.64) (po podaljšku, t.s.)

BOR ZKB: Zidarič 4 (prosti meti 1:2), Negovetti (0:2), Zettin 20 (7:10), Kovačič, Paiano 11, E. Terčon 2, Crocenzi 12 (2:2), Švab 9 (3:4), Boglich 14 (5:5). Trener/allenatore: Saša Krčalic
PON: Crocenzi (36′), Švab (36′), Negovetti (44′), Boglich (45′); izključena /espulsi Švab in Boglich zaradi ugovarjanja sodnikoma/proteste verso i arbitri ; 3 točke:  Zidarič, Zettin,Paiano in Boglich, vsi po 1
Borovi mlajši člani so ob koncu izenačene, napete in živčne tekme, tudi po krivdi sodnikov, ki sta na obeh straneh igrišča dopuščala zelo “moško”, skorajda grobo igro, dosegli novo zmago. Borovci so si, kljub odsotnostim Pregarca, Matije Terčona in Sedmaka takoj priigrali 9 točk prednosti (4:13 v 5. min.), nato pa dovolili vrnitev gostiteljev, ki so prvo četrtino osvojili predvsem zaradi neučinkovitosti “plavih” v napadu. Tekma je nadaljevala v slogu izrazite agresivnosti v obrambi, medtem ko v napadu nikakor ni steklo. V tretji četrtini sta moštvi igrali celih pet minut brez doseženega koša, nakar so si domačini, v začetku zadnjega dela tekme celo priigrali 12 točk prednosti. Prav tedaj se je začel preporod Krčalićevih varovancev, ki so kljub odhodu z igrišča Crocenzija, Švaba in Boglicha zmedli domače s consko obrambo, nadoknadili zaostanek in dve sekundi pred iztekom prvega podaljška dosegli zmagoviti koš z Zettinom. Kljub napakam res lep dokaz značajnosti Borove ekipe.

Gli under del Bor hanno ottenuto un’altra vittoria al termine di una gara equilibrata, tesa e nervosa, anche a causa del metro arbitrale, che ha concesso su entrambi i lati del campo un gioco eccessivamente “maschio”, al limite della correttezza. Malgrado le assenze di Pregarc, Matija Terčon e Sedmak il Bor ha accumulato subito 9 punti di vantaggio, subendo poi il ritorno dei padroni di casa, impostisi nel primo quarto soprattutto per l’inefficacia dei “plavi” in attacco. L’incontro é proseguito nel segno di una spiccata aggressività in difesa posta in atto da entrambe le compagini, mentre gli attacchi risultavano piuttosto sterili. Nel terzo quarto sono trascorsi più di cinque minuti senza un canestro segnato, mentre nell’ultima frazione il Corno si é portato a +12. Proprio allora é partita la riscossa dei ragazzi di coach Krčalić, che – malgrado le uscite per falli di  Crocenzi, Švab e Boglich – hanno ingabbiato gli avversari con un ‘efficace difesa a zona, rimontato il passivo e segnato il canestro della vittoria con Zettin a due secondi dalla fine del supplementare. Una bella prova di carattere, malgrado i tanti errori.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *