Bor Radenska – Breg Mediachem 67:84

Bor Radenska – Breg Mediachem 67:84 (7:21, 22:39, 40:63)


BOR: Cingerla 2 (2:2, -, -), Basile 12 (8:10, 2:10, 0:1), Pregarc 2 (-, 1:2), -), Daneu 6 (4:4, 1:2, 0:1), Scocchi 6 (1:2, 1:3, 1:4), Marchesan 11 (0:2, 4:7, 1:2),  Devcich, Negovetti, Kocijančič 2 (-, 1:2, -), Švab 4 (-, 2:4, -), Doz 15 (1:2, 4:9, 2:2), Albanese 7 (3:3, 2:2, -). Trener/allenatore: Andrea Mura.

Bor Radenska najbrž ni mogel iskati točk za obstanek v slovenskem derbiju proti vodilnemu Bregu (ki je na Prvem maju nanizal že petnajsto zaporedno zmago), je pa s prikazano igro zadovoljil trenerja Muro. Gostitelji, še naprej brez poškodovanih Devcicha in Tomadina, so uvodoma povedli s 5:0, nato pa so sceno prevzeli premočni gostje. Obe postavi sta igrali odprto in duhovito, Brežani pa so budno upravljali pomirjujočo prednost. Zlasti v zadnji četrtini so Borovi košarkarji igrali povsem enakovredno, sploh pa so se stalno borili po svojih močeh, tako da jim tokrat v bistvu ni kaj očitati. Spet so se lepo izkazali zlasti najmlajši.

Il Bor Radenska probabilmente non poteva sperare di ottenere punti salvezza contro la capolista Breg (al Primo maggio già alla quindicesima vittoria consecutiva) ma alla fine ha offerto una prestazione che ha soddisfatto coach Mura. Pronti via, i padroni di casa, ancora senza Devcich e Tomadin si portano avanti per 5:0, poi la scena è tutta degli ospiti, vera corazzata. Ne esce una bella partita disputata a viso aperto da entrambe le formazioni, con il Breg che amministra sapientemente il vantaggio. Soprattutto nell’ultimo quarto buona prova dei ragazzi del Bor che lottano fino alla fine, poco da imputare quindi stavolta alla squadra. Ancora una volta in luce in primis i più giovani. 

Bor Radenska - SSD Breg

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *